Blog

Voci dall’Italia Podcast

VOCI DALL’ITALIA, PUNTATA 58 

Iniziamo la puntata 58 di Voci dall’Italia in allegria con un romanzo umoristico scritto dalla moglie del comico Maurizio Crozza. Parleremo nuovamente di letture per l’infanzia, con la pillola di gratitudine di Alessandra Pagani e di romanzi epistolari con una lettera al Che Guevara. Infine, ascolteremo una riflessione sugli anni ‘70, da parte di una persona che li ha vissuti (Simona, ideatrice di Voci dall’Italia e un omaggio a una celebre attrice americana. 

Voci dall’Italia Podcast

VOCI DALL’ITALIA, PUNTATA 57

Anche qui si torna a parlare di libri letti più volte e dei film visti senza aver letto i libri originali. La gratitudine di Alessandra Pagani è dedicata alla poesia e all’acqua. Sempre in tema di poesia, il gruppo bello propone una riflessione sulla poesia come arte tanto praticata ma poco conosciuta. Seguono un ricordo d’infanzia, con un libro di lettura che ha cambiato a Marina la vita nel giorno della sua prima comunione e una lettura esilarante di Valeria Natalizia.

Voci dall’Italia Podcast

VOCI DALL’ITALIA, PUNTATA 56 

Questo matrimonio non s’ha da fare. Possiamo sintetizzare in questo modo l’apertura della puntata 56 di Voci dall’Italia, che cita nuovamente il capolavoro di Manzoni, odiato dagli scolari e amato quando lo si rilegge. Si torna anche su un altro argomento che circolava nei precedenti capitoli del podcast, ossia i libri mai letti, di cui però si sono visti i film derivati. Torna la scrittura e la lettura dei diari, con una nuova componente della famiglia di Voci dall’Italia, le agende di Marina e un inedito diario del pittore Pontormo. Alessandra Pagani dedica la gratitudine del giorno alle letture che ci hanno caratterizzato la nostra infanzia, condividendo anche l’ironia espressa da Simona nella scorsa puntata sulle lettere di Seneca a Lucilio. E infine, una serie di battute recitate da Maria e una poesia di Pasolini sulla figura della mamma. 

1 2 3 4 64