preferisco scrivere qualcosa di mio sui social network. Per fare la vecchietta affacciata alla finestra, che spia i ragazzi che si baciano per strada e li critica, mi mancano ancora almeno 50 anni”

Alessandra

 

Le parole sopra le ho dettIo e Max e io durante un’ora di intervista con Manuela.E’ stata una chiacchierata molto piacevole, grazie Manuela! Potete leggere l’intervista nella quale parlo anche di come è nato il blog e do alcuni consigli di lettura  qui. 

Mi sono chiesta molte volte cosa sia giusto raccontare di se stessi sui social network e cosa sia giusto tacere.

Beh, sinceramente non lo so. A volte ho l’impressione che le persone che leggono, criticano e non scrivono nulla non abbiano nulla da dire. (per questo ho scritto che per fare la vecchietta affacciata alla finestra a criticare ho ancora 50 anni: significa che preferisco passare 50 anni come parte attiva della vita, non passiva a criticare e basta) D’altra parte ci sono delle cose private che non posso mettere in piazza perchè  per me sono preziose. Nell’intervista Manuela scrive che sono riservatissima: è vero. Do spesso l’impressione di essere sempre on line – perchè lo sono! – ma le cose che condivido vertono intorno agli stessi argomenti: libri, libri, felicità, libri.

Rileggendo l’intervista ho notato che manca molto di me: tutta la mia vita quotidiana, le mie speranze, i miei sogni e anche tutti i momenti no che vivo. E ho anche pensato che sono felice che manchino queste cose perchè il mio modo di stare on line vuole essere un servizio gratis per tutti coloro che amano leggere. Spero che i miei commenti ai libri possano farvi scoprire come passare del tempo in felice solitudine leggendo, conoscendo, fantasticando e lasciandovi trasportare dalla fantasia.

Sempre in tema di interviste: nel mese di agosto ho realizzato circa 7 interviste ai lettori, la prima è qui, le altre saranno pubblicate come post programmati da domani a metà settembre. Dal 7 settembre io e Max ce ne andiamo in Giappone e quindi per non lasciarvi soli ho programmato un po’ di post. Speriamo funzioni!

(nella foto io – capelli sempre più lunghi, devo cambiare immagine del profilo! –  e Max – che è capellone di suo.)

Alessandra Pagani si occupa di progettazione, coordinamento, supervisione e realizzazione di contenuti e progetti didattici, sia cartacei sia digitali, per l’università e la formazione accademica. Ha lavorato dal 2008 al 2020 per l’editore McGraw-Hill Education. Da gennaio 2021 è l’editor della collana Trattati e Manuali di Vita e Pensiero Editrice, casa editrice dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2016 al 2021 ha insegnato il proprio lavoro al master Professione editoria cartacea e digitale e al master Booktelling comunicare e vendere contenuti editoriali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. È autrice di Manuale di editoria universitaria, Progettare contenuti per l’apprendimento, Editrice Bibliografica, 2020. Coordina le attività di promozione alla lettura del sito www.unalettrice.org, come Geranio, il gruppo di lettura mensile e virtuale. È autrice del podcast Voci dall’Italia, podcast nato durante il primo lockdown di marzo 2020 come proposta di Simona Scravaglieri e del gruppo di lettura Casa Sirio editore e andato in onda ogni giorno per cento giorni. Dal 2020 al 2021 ha scritto e condotto Stranger Books, programma radiofonico di libri, tecnologia e didattica su RadioActiva.

No Comments

  1. parte attiva della vita, non passiva a criticare e basta…mi piace molto il tuo proposito come quello di non mettere in rete …tutta la mia vita quotidiana, le mie speranze, i miei sogni …
    seguirò le tue interviste programmate
    simonetta

    1. Grazie Simonetta! Domani ne esce un’altra 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: