Scrivete Diane Arbus su Google.
Cliccate Immagini.
Guardate.
Nani, ballerine,persone tatuate, paralitici, persone affette dalla sindrome di down,transessuali…l’occhio di Diane Arbus ha immortalato tutto ciò che, in quegli anni, era proibito guardare.
Diane Arbus ha immortalato delicata le persone che la società voleva dimenticare.

20130323-192557.jpg

Il libro è una biografia non ufficiale della fotografa.Wikipedia dice che contiene diverse imprecisioni.
Non è un libro che si apprezza per come è scritto: l’ho letto dall’inizio alla fine perché ero curiosa di sapere qualcosa in più su questa donna, le cui fotografie mi hanno colpito.
Lo consiglio se credete, come me, che “Ogni ritratto non è altro che l’autoritratto dell’autore, il modello è solo un’occasione, l’accidente” (da “Il ritratto di Dorian Gray, di Oscar Wilde)

Mi sono state regalate due copie di questo libro. Una, quella che ho letto, porta nella prima pagina questa dedica:

“Un bellissimo libro sulla vita di una donna che con la macchina fotografica ci ha mostrato un mondo che non volevamo vedere…
…peccato solo che ci abbiamo tratto il peggior film della Kidman.
Tanti auguri
Filo”

Qui su istagram la dedica http://instagram.com/p/XNbz_1zLKE/

Kubrick si ispirò a questa fotografia di Diane Arbus per scegliere le attrici che interpretavano le gemelle in Shining.

20130323-193535.jpg

Alessandra Pagani è editor e autore - fondamentalmente significa che usa la propria voce per leggere, scrivere e condurre classi da formare e podcast da ascoltare. www.unalettrice.org è il suo sito web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: