#LIBROSOSPESO Sopra al libro ho appiccicato un post it che dice #LIBROSOSPESO. Non so se conoscete la tradizione napoletana di lasciare un caffè sospeso, cioè già pagato, all’interno dei bar. Questo piccolo atto di generosità serve a permettere a tutti, anche a chi non se lo può permettere, di bere un caffè. Ecco qualche tempo fa una libreria di Milano ha lanciato la moda del Libro Sospeso: tu ne acquisti uno e lo lasci per chi voglia leggerlo. Ho acquistato 10 copie di questo e vorrei regalarle a chi vuole diffondere il progetto. Sotto le istruzioni per partecipare.  Portati dal vento. 7 racconti tibetani èLeggi tutto

Il 2013 è un anno che ricorderò. (Lo ricorderò per cose che non esistono perchè non ne ho parlato sui social network. Non ricorderò il 2013 come l’anno in cui ho aperto questo blog – marzo 2013 – eppure il blog esiste perchè ne parliamo sui social network. Va bene, la smetto.) Ripercorrerò, da gennaio a dicembre, le mie letture. Gennaio 2013 Ho inaugurato l’inizio del 2013 con un libro sognante, Il libro dei nonsense (con testo inglese a fronte di Edward Lear, Einaudi). Qui una pagina del libro . A metà gennaio finivo un viaggio allucinante: American Psycho, di Bret Eston Ellis (di cui ho parlato inLeggi tutto