Capita a tutti coloro che lavorano fuori casa di trascorrere lunghe ore non con le persone più importanti, ma con perfetti estranei con cui si riesce, quando va bene, ad avere rapporti cordiali. Le persone che danno un senso alla nostra vita sono relegate in brevi momenti di pausa dal lavoro, dagli hobby, quando le incombenze della vita quotidiana premono e quando siamo ormai allo stremo delle forze. Spesso mi domando se non è tutta sbagliata questa vita per cui non c’è abbastanza tempo per coltivare relazioni autentiche. Rimuginavo da un po’ su questo concetto quando mi sono imbattuta in un libro che sembrava fatto appostaLeggi tutto

Sticky

Il primo libro letto quest’anno è Big Magic, Vinci la paura e scopri il miracolo di una vita creativa, di Elizabeth Gilbert, per Rizzoli. L’ho ormai finito e ho un’ultima riflessione da aggiungere. Dopo aver scritto della battaglia contro il perfezionismo e di quanto sia importante permettersi di essere creativi nonostante la nostra paura di mostrarci imperfetti (diario del 2 gennaio), dopo aver raccontato quanto sia importante avere fiducia nel processo creativo con ostinata contentezza (diario 3 gennaio), il diario di oggi è sull’importanza di sapere che ciò che creiamo non è sacro e si può fallire. Quando si sceglie di dedicare parte della propriaLeggi tutto

Il giorno dopo aver preso una decisione istintiva, il giorno dopo aver saltato giù dal treno del solito tran-tran è sempre il giorno in cui uno si guarda allo specchio, scrutando ogni poro, osservando con attenzione se la pelle intorno agli occhi presenta una nuova ruga e si dice “ma chi me l’ha fatto fare?”. È il giorno del ripensamento, il giorno in cui la fiducia nel proprio istinto crolla a picco e ti senti un imbecille che fa le cose senza riflettere. È il giorno in cui l’impegno di scrivere in pubblico per un anno sembra insormontabile e ti dici: siamo al tre gennaio,Leggi tutto

Stamattina mi sono svegliata presto e ho iniziato la mia routine mattutina: 20 minuti di lettura, 20 minuti di meditazione, colazione, 20 minuti di scrittura. La meditazione è andata male perché sono stata tormentata da un pensiero. Si è incuneato in una parte di me, che spinge e tira e mi tiene in ostaggio da trent’anni, e seppur io la soffoco e la ignoro e la tratto male, e mi copro le orecchie e canto, lei torna, implacabile, mi tormenta al punto che, l’ho fatta vincere per sfinimento e io, ormai ogni giorno, da quasi sei anni, mi piego e la assecondo, mi metto aLeggi tutto

ciao, la recensione di oggi è sull’ultimo romanzo di Alessandro Mari, Cronaca di Lei, edito da Feltrinelli Editore a fine agosto 2017. Parliamo di una super novità. Sono stata invitata con altri blogger ad una chiacchierata con l’autore e la bravissima illustratrice della copertina del libro. Qui sotto trovate il resoconto ma prima di iniziare clicca Mi piace sulla pagina Facebook  e Instagram di Unalettrice.   Cronaca di lei: la trama  Milo”One Way” è un pugile all’apice della fama. Non è facile restare in cima. Soprattutto quando, per la correzione di un difetto alla vista, ha cominciato a temere gli avversari. Entra intanto nella suaLeggi tutto