Maxwell Perkins, editor alla piccola casa editrice Scribner, ricevette da uno dei suoi autori di punta, un romanzo intitolato Trimalchio in West Egg. L’autore, Francis Scott Fitzgerald, a quel punto della carriera, aveva già pubblicato, grazie all’aiuto economico, morale, e letterario di Perkins due libri Di qua dal Paradiso e Belli e dannati, riscuotendo successo. L’autore sapeva che Perkins, il suo editor, era stato fondamentale per permettere ai suoi romanzi di essere pubblicati e di avere successo. Nella lettera che accompagnava il manoscritto gli scrisse  “naturalmente la notte non chiuderò occhi finché non l’avrò sentita, ma mi dica l’assoluta verità, la sua prima impressione del libroLeggi tutto

Scrivete Diane Arbus su Google. Cliccate Immagini. Guardate. Nani, ballerine,persone tatuate, paralitici, persone affette dalla sindrome di down,transessuali…l’occhio di Diane Arbus ha immortalato tutto ciò che, in quegli anni, era proibito guardare. Diane Arbus ha immortalato delicata le persone che la società voleva dimenticare. Il libro è una biografia non ufficiale della fotografa.Wikipedia dice che contiene diverse imprecisioni. Non è un libro che si apprezza per come è scritto: l’ho letto dall’inizio alla fine perché ero curiosa di sapere qualcosa in più su questa donna, le cui fotografie mi hanno colpito. Lo consiglio se credete, come me, che “Ogni ritratto non è altro che l’autoritrattoLeggi tutto