Lascia un like di supporto sulla pagina Facebook e sulla pagina instagram!  di Unalettrice. Ho bisogno del tuo sostegno!  Le scrittrici che amo Ho sintetizzato alcune delle mie scrittrici preferite in una pila di libri.Non è stato facile, sono una lettrice vorace e leggo da molti anni. Ho selezionato due scrittrici classiche come Jane Austen, – e chi non l’adora?-  e Anna Frank di cui ho letto e riletto il Diario spesso rammaricandomi che non avesse scritto nient’altro perchè nutro la ferma convinzione che sarebbe stata una delle più grandi.   Ho escluso un’altra amatissima tra le scrittrici: Agatha Christie, che ha uno stileLeggi tutto

Sono stata invitata alla conferenza stampa della Smemo 2018. Quest’anno sarà un anno molto importante per il diario che ha accompagnato i miei anni di liceo: la Smemo, infatti, compie quarant’anni!  La Smemo ieri e oggi  Nata nel 1978 a Milano grazie al progetto di un gruppo di giovani che volevano creare una nuova proposta editoriale ai tempi rivoluzionaria senza l’ausilio di uffici marketing e capitali. (ah, ma qualcuno c’è riuscito allora! e anche alla grande direi…complimenti!)  La Smemo è nata per essere un po’ agenda, un po’ diario. Lunga 16 mesi  continua ad avere i fogli a quadrettati e copertine coloratissime, racchiude articoli, opinioni,Leggi tutto

Il #coloredbooktag impazza sul web: pile di libri colorati, accatastati per affinità cromatica popolano i social. Anche io, che sono attiva su Instagram, perchè in questo periodo è il social network che mi diverte di più, sono stata taggata dalla bookstagrammer La stoffa del lettore ( che mi ha assegnato il #coloredbooktag in rosso.  La  selezione dei miei rossi preferiti: Vasco Pratolini, Cronaca familiare @librimondadori  Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni @adelphiedizioni  Raymond Carver, What we talk about when we talk about love @vintagebooks  George Orwell, 1984 @librimondadori  Ian McInerey Le mille luci di New York @libribompiani  Robert McLiam Wilson, Eureka Street @fazieditore  Mordecai Richler, La versione di Barney, @adelphiedizioni  Safran Foer, Molto forteLeggi tutto

La trama (ma non la svelo) Le ragazze, di Emma Cline, racconta una storia che tutti noi conosciamo. Non ce ne rendiamo subito conto perchè in realtà è un romanzo che, pur raccontando un fatto di cronaca che sconvolse l’America nel 1969, e in seguito arrivò come un’onda in Europa e in occidente, ne parla in modo obliquo, attraverso il ricordo di una delle protagoniste, ormai cresciuta e della sua visione della vita di allora, quando era poco più che adolescente. I fatti sono famosi e macabri: hanno influenzato la musica, il cinema, hanno dato una nuova sfumatura efferata alle comuni hippy della fine degli anniLeggi tutto

“Sembrava che la nostra vita si fosse già richiusa sopra il vuoto lasciato da Georg. Il buco c’era ancora, sotto la superficie, e quando gli altri ci pensavano venivano colti dal senso di colpa oppure diventavano gentili, o l’una e l’altra cosa. Poi mi guardavano e abbassavano rispettosi la voce, e intuivo che si aspettavano qualcosa, ma non sapevo bene cosa. Non riuscivo a capire se fosse il lutto a metterli di tanto in tanto a disagio, oppure la timidezza nei confronti del lutto altrui o se fosse qualcosa di completamente diverso a insinuarsi tra noi e l’assenza di Georg.” Spesso sono felice, Jens ChristianLeggi tutto