Blog

LIBRI-BELLI-1

Recensione: Spatriati, Mario Desiati Giulio Einaudi editore

Claudia entra nella vita di Francesco in una mattina di sole, nell’atrio della scuola: è una folgorazione, la nascita di un desiderio tutto nuovo, che è soprattutto desiderio di vita. Cresceranno insieme, bisticciando come l’acqua e il fuoco, divergenti e inquieti. Lei spavalda, capelli rossi e cravatta, sempre in fuga, lui schivo ma bruciato dalla curiosità erotica. Sono due spatriati, irregolari, o semplicemente giovani. Un romanzo sull’appartenenza e l’accettazione di sé, sulle amicizie tenaci, su una generazione che ha guardato lontano per trovarsi.

Manuale di editoria universitaria. Progettare percorsi per l’apprendimento

Prof.ssa Alessandra Pagani, Lei è autrice del libro Manuale di editoria universitaria. Progettare percorsi per l’apprendimento pubblicato da Editrice Bibliografica. Il libro universitario costituisce un prodotto peculiare: quali specificità lo contraddistinguono dagli altri libri? L’editoria accademica è un terreno in cui il confine tra il libro dedicato ai soli studiosi, il manuale didattico, il libro professionale e il libro per […]

AlessandraPagani_StrangerBOOKS_radioactiva

The big disruption

Articolo di Eleonora Medica, Radio Activa. Per questa terza puntata di Stranger Books attraversiamo l’oceano e andiamo in California. A fare cosa direte voi? A incontrare una voce autorevole della Silicon Valley, ecco cosa! Lei è Jessica Powell, l’ex vicepresidente della comunicazione di Google, e oggi si racconta ai nostri microfoni in qualità di autrice. Preparatevi ad assistere a […]

LIBRI BELLI

Recensione: Chi se non noi, Germana Urbani, nottetempo, 2021

Germana Urbani, nel suo romanzo d’esordio, si immerge con spietatezza nelle pieghe piú intime della mente di una donna e nelle contraddizioni che spezzano i rapporti umani, scova il nodo che può legare l’amore piú ingenuo e il dolore piú accecante, sfuma i confini opachi tra passione e follia. Fotografia dai colori annebbiati di un Polesine ancora segnato nel territorio e nelle storie familiari dal ricordo della grande alluvione del ’51, Chi se non noi rapisce, disorienta e costringe a fare i conti con le proprie pulsioni piú oscure.

Voci dall’Italia Podcast

VOCI DALL’ITALIA, PUNTATA 38

Siamo alla trentottesima puntata di Voci dall’Italia, registrata nel giorno di san Giorgio. Il santo patrono d’Inghilterra è celebrato anche a Barcellona con la festa del libro e del lettore, tradizione catalana di cui ci dà testimonianza Irene. È poi la volta di Israele e Palestina, con una testimonianza di un palestinese cresciuto in Israele. E infine, l’appuntamento con Shakespeare: Valeria Natalizia leggerà il sonetto 75 del noto drammaturgo. La riflessione di Alessandra Pagani per i 100 happy days parla della gratitudine per il denaro, citando l’accademico israeliano Harari.

Voci dall’Italia Podcast

VOCI DALL’ITALIA, PUNTATA 37

Porgere la mano e aprire il proprio cuore. Due gesti fondamentali nei rapporti umani, quasi ridotti all’osso dalle restrizioni sanitarie. E Voci dall’Italia stringerà la mano, in questo capitolo, a un nuovo ascoltatore. A un nuovo arrivo seguono due ritorni: il libro Donne che corrono coi lupi, che torna protagonista del ciclo di gratitudine di Alessandra Pagani e la poetessa Maria Marchese, che l’ascoltatrice Paola aveva cercato di analizzare. C’è anche spazio per un gesto inaspettato in tempi di lock-down e per un proverbio che si adatta perfettamente alla situazione di pandemia. E infine, Valeria Natalizia apre il secondo episodio del ciclo di letture dei sonetti di Shakespeare, con la lettura del sonetto XXV.

1 2 58