Speed Book Date, 13 maggio 2017

Sabato 13 maggio, a Milano, presso la Fondazione Feltrinelli c’è stata la seconda edizione 2017 dello Speed BOOK Date, aperitivo letterario itinerante che ha come scopo far conoscere nuovi lettori, nuovi libri e nuovi cibi.

“La Fondazione Feltrinelli si sta proponendo nella nuova sede come uno dei  principali elaboratori a livello nazionale di  programmi  e  di politiche culturali di respiro internazionale, e diventare un centro di aggregazione culturale della comunità urbana milanese, in collaborazione con le associazioni e le istituzioni culturali del territorio.”

(dal sito della Fondazione)

Special Guest di questa edizione, Federica Manzon

Federica Manzon (Pordenone, 1981) ha pubblicato i romanzi Come si dice addio (2008) e Di fama e di sventura (premio Rapallo Carige 2011 e premio Selezione Campiello 2011). Nel 2015 ha curato il volume I mari di Trieste (Bompiani). Dopo una intervista sul suo nuovo romanzo, La nostalgia degli altri (2017, Feltrinelli).

 

 

Ogni anno organizzo tre edizioni dello Speed BOOK Date. Nel 2017 la prima è stata a Torino l’11 marzo, la seconda a Milano il 13 maggio, la terza sarà tra fine ottobre e inizio novembre in una città da definirsi. Per rimanere aggiornati iscrivetevi alla newsletter.

 

A seguire trovate l’elenco dei partecipanti con le biografie che mi hanno inviato e i libri che ognuno di loro ha presentato in meno di 5 minuti.

Cristiana Pedrali viaggia, sempre. Ha lavorato nel turismo ora lavoro nel turismo online  Scrivo molto, parlo poco e bevo tantissimo tè. È una fotografa in erba, ha un bellissimo blog di viaggi Viaggevolmente.it.

 

Giulia Romano Zorgno. Scambiata per un’indigestione da cibo cinese che evidentemente segnò il mio destino, sono nata nel giorno più caldo dell’estate dell’83. O così dicono. L’unica cosa che so fare davvero bene è sbattere. Ovunque. O così dicono (i lividi, e chi mette in salvo gli oggetti fragili quando passo). Cresciuta in mezzo all’afa e alle zanzare di Vercelli, appassionata di un cielo che l’umidità non permetteva di vedere, amo l’odore della pioggia e credo fermamente che “una foglia d’erba non valga meno dell’infinito moto delle stelle”. A segnare il mio destino fu mio padre che, quando avevo sei anni, portò a casa il mio primo pc. Da allora il mio naso è sempre stato dietro un libro, o uno schermo. Ed è forse per questo che oggi faccio la Digital Editor: cioè faccio i libri, ma legati a uno schermo (che almeno ha gli angoli smussati, di solito!)

 

Simona Scarioni, ho 24 anni, vivo nel Varesotto ma rimbalzo quotidianamente tra casa e Milano. Ho iniziato a leggere da piccola, con i romanzi di Salgari, e non ho più smesso. Acquisto libri in modo compulsivo, cosa che crea qualche problema alla mia carta di credito. Sono una studentessa universitaria, sono al secondo anno di medicina – e ultimamente ho unito la mia passione per la lettura e quella per la medicina in un blog focalizzato sui saggi a tema salute/medicina e sui romanzi legati al mondo medico. Sembra tutto molto noioso, ma in realtà cerco (e spero di riuscirci) di presentare tutto in modo leggero, dando un’idea del libro che si avrà tra le mani, o dell’importanza che la sua lettura può avere per un aspirante medico o per una persona qualunque desiderosa di sapere qualcosa di più sui vaccini, sui medici o su quello che capita.

 

Marina Bilotta Membretti. Mi chiamo Marina Bilotta Membretti, quando posso mantengo i due cognomi : uno ricevuto alla nascita e l’altro acquisito col matrimonio che ritengo sia stata una buona scelta. Dopo il liceo classico e la laurea in Economia – accettando un desiderio paterno ma in effetti si è rivelato un percorso entusiasmante – ho lavorato 20 anni prima che ci venisse in mente di fondare un’azienda di cui da 15 anni siamo contitolari con mio marito. Coltivo da 30 anni la psicoanalisi, inizialmente come lavoro a due più il divano ed ormai come lavoro individuale. Mi interessa infatti quella capacità individuale di costruire una difesa, efficace e non danneggiante il prossimo che realmente richiede un lavoro, ed al quale forse leggere e scrivere mi hanno iniziato : anzi, qualche volta ho persino pubblicato. Abbiamo tre figli già adulti che vengono a trovarci spesso.

 

Maria Rosaria Gaglione. Mi chiamo Rosaria e sono amministratrice con Susanna Guzzi e Antonella Mansi del gruppo Il Baratto del Libro di Cernusco sul Naviglio. Sono della provincia di Napoli, esattamente Torre Del Greco con la casa sotto le pendici dello Sterminator Vesevo, ed il mare davanti agli occhi tutte le mattine. Ma 5 anni fa per dare una svolta alla mia vita personale ho deciso di trasferirmi al Nord per motivi familiari e lavorativi.L’odore del mare, i suoni del porto e del mercato, i colori della terra nera vulcanica ed il sapore dei suoi frutti sono le cose che più mi mancano.
A Cernusco ho trovato altro, la tranquillità di un bel centro pedonale con tante reminiscenze di un passato agricolo, i parchi, la possibilità di abbandonare la macchina ed andare in bici, il piacere delle passeggiate e delle chiacchiere con le nuove amiche, la vicinanza con la grande città.

 

Ilaria Ruggeri, ilariaruggeri.com Vivo in Brianza per amore da un anno (pensavo peggio!) e nella vita ho girovagato a lungo alla ricerca della mia strada e del senso delle cose. In queste esplorazioni labirintiche ho vissuto in 5 città diverse, preso 2 lauree, seguito diversi corsi e master variegati, e sono stata anche libraia. Alla fine sono diventata una personal Musa: ora aiuto le persone a sentirsi centrate, ispirate e in armonia, stimolando le capacità creative e intuitive. Adoro dipingere, ridere e correre coi lupi. Amo coccolare gatti e dondolarmi sull’amaca. Sono una persona curiosa e lettrice di saggi, soprattutto di crescita personale e psicologia. Sono brava ad ascoltare e mi faccio sempre tante domande.

 

Paolo Agrati è nato nel 1974 a maggio. Si occupa principalmente di poesia, scrittura, musica e amenità. È narratore e cantante nella Spleen Orchestra, band di culto nel suo genere, che ha co-fondato nel 2009 e che ripropone le musiche e le atmosfere dei film di Tim Burton. Ha pubblicato le raccolte di poesia Amore & Psycho (Miraggi Edizioni 2014), Nessuno ripara la rotta (La Vita Felice 2012), Quando l’estate crepa (Lietocolle 2010) e il libriccino piccola odissea (Pulcinoelefante 2012). È uno dei principali Slammer Italiani, da sempre propone la sua poesia dal vivo, portandola coi Reading nei luoghi più svariati e inusuali. Nell’estate del 2014 partecipa al XXIV° Festival Internazionale della poesia di Medellin in Colombia come ospite italiano ed è finalista del premio Carducci dove consegue il riconoscimento “Pietrasanta-scultura e poesia”. Nel 2015 partecipa al progetto artistico internazionale Broosistan, degli artisti belgi Peleman and Schellekens. Nel 2016 traduce “Fanon city meu” del poeta cileno Jaime Luis Huenùn e il Booktrailer di Amore & Psycho viene premiato con una menzione speciale al Cortinametraggio, il Festival di corti di Cortina. Ama tutto ciò che è fritto. 

 

Eleonora Pinat è nata e cresciuta IN Ancona e ha imparato a nuotare a 4 anni, grazie al suo papà (ritiene che non saper nuotare sia da incoscienti).  Da piccola voleva fare la pilota di Formula1 ed è da sempre un appassionata ferrarista. Invece ha lavorato nell’editoria e si è innamorata dei Social Media come strumento di Marketing. Adesso lavora da Morellato. Viaggi: Ha trascorso due mesi in Australia, dove ha scoperto di non soffrire il jet-lag e di essere troppo imbranata per fare la cameriera. L’anno migliore della sua vita l’ha passato a Parigi, sostentandosi principalmente di libri e vino. Ho vissuto nella folle Los Angeles. Ama i supermercati, i treni, i libri e le tragedie greche. La cosa che odia di più al mondo sono i carciofi.

 

Elisabetta Ranghetti. Sono laureata in lettere moderne dal 2002 con una tesi sulla Shoah Foundation di Steven Spielberg. Nella vita faccio la segretaria per mantenermi e a latere, dal 2015, ho cominciato a scrivere libri. Sono una scrittrice di romanzi e al momento ho pubblicato per Edikit, una piccola casa editrice di Brescia, “Oltre il mare di Haifa” e “Corri più che puoi” (quest’ultimo uscito il 28 marzo 2017) che raccontano entrambi il conflitto israelo-palestinese. Amo viaggiare (in particolare in Medio Oriente ed Europa), leggere (in italiano ed inglese) romanzi, saggi, fumetti. Dipingo icone e studio Talmud e Midrash da anni sia in Italia che a Gerusalemme. Sogno di diventare una scrittrice a tempo pieno, di fare un viaggio coast-to-coast negli Stati Uniti e visitare San Pietroburgo e Mosca. 

 

Davide Capriati,  promotore universitario, passioni alpinismo, scrittura, comporre musica, sogni… boh… vivere con intensità e serenità ogni cosa.

 

Antonella Mansi. Antonella la donna dalle due vite: sana e malata. Sembra più ricca la seconda anche se non è facile. Quando stai bene ti identifichi con i ruoli: lavoro ecc. Dopo lavori tanto sullo spirito. In questo i libri mi hanno aiutato oltre la mia famiglia. Sogno un mondo migliore per i miei figli e per tutti i ragazzi che come loro stanno crescendo. Perché questo libro? Perché non è semplice raccontarlo e a me le sfide piacciono. Antonella è la presidentessa del Baratto del Libro di Cernusco sul Naviglio.

 

Mauro Mariani vive a Milano, dove è nato nel 1948. Biologo e fotografo. Ha diretto per 22 anni l’Acquario Civico e dal 2008 anche il Museo di Storia naturale e il Civico Planetario. Ha tenuto corsi per l’Università Statale di Milano Facoltà di Scienze Ambientali, Facoltà di Biologia (Ecologia), Regione Lombardia. Ha pubblicato diversi libri riguardanti l’acquariologia e organismi acquatici e decine di pubblicazioni scientifiche in Italia e all’estero. È Presidente dell’Associazione AmAMi (Amici dell’Acquario di Milano). Tiene il corso “Storia della Scienza” all’Università della terza età Milano Host. Fotografo, ha partecipato a diverse mostre fotografiche sia collettive sia individuali in Italia e all’estero. Organizza eventi di contenuto sia scientifico che artistico per conto della Associazione AmAMi, Associazione Laboratorio Alchemico, Comune di Milano.

 

Chiara Blau. Cresco a Milano tra la scuola steineriana e un mondo di storie raccontate nei libri e nei film. Transito dal liceo classico Parini. Mi laureo due volte, in letteratura e cinema. Affascinata dalla Nouvelle Vague, mi trasferisco a Parigi (dove imparo il francese), poi nella francofila Torino (dove frequento un master in progettazione editoriale all’Istituto Europeo di Design). Lavoro come editor di lingue straniere, prima in Pearson e da tre anni in De Agostini. Credo nel potere delle bevande calde (come Sheldon Cooper) e dei biscotti (come Stefania Bertola), nella forza delicata della letteratura e dei film intimi e bizzarri (quelli francesi insomma), nell’intensità delle chiacchiere profonde con le persone di una vita e con chi è solo di passaggio, nella bellezza dell’avventura e in quella della quiete. E credo fermamente nella teoria dei settenni (quindi il fatto che sto per compiere 30 anni non mi turba minimamente)

 

Ilenia Provenzi ha studiato letteratura e cinema per poi lavorare per l’animazione, l’editoria e l’università, dove tiene un corso di scrittura creativa. Non è una lettrice onnivora, ma sceglie con cura i libri e poi rilegge quelli che più la colpiscono almeno una volta all’anno. Scrive su un blog, Blueberry Stories, dove condivide racconti di viaggio e la passione per i caffè e le altre culture. 

 

Cristiana Karin Restelli ma il Cristiana è stato messo per esigenze religiose: nel mio anno di nascita non si poteva dare un nome straniero come primo nome. Ho 52 anni, sono divorziata e ho un figlio di 21 anni, Simone,che lavora nella ristorazione. Lavoro in una multinazionale chimica da quasi 30 anni, in precedenza ho lavorato in una finanziaria e nella redazione di un giornale. La passione per la lettura l’ho ereditata dai miei genitori , soprattutto da mia madre e devo ringraziarli per questo perché in tanti momenti particolari della mia vita, sembra assurdo, ma avere a portata di mano un buon libro mi ha messo di buon umore. Purtroppo questa passione non l’ho trasmessa a mio figlio e ormai mi sa che sia una partita persa.Sono qui per ascoltare, conoscere e avere delle dritte su altri libri da leggere.

 

Massimiliano Luppi. Non ha ancora 38 anni. Ama la Francia ma non conosce ancora il francese. Conosce l’inglese ma non ama gli inglesi.Gioca a tennis ma attenti: la partita è sempre un’altra cosa, a qualsiasi livello. In cucina si arrabatta ma come la fa la moglie la pasta, non ce n’è per nessuno. La prima impressione che fa è una persona scorbutica che parla poco, la seconda impressione conferma la prima. Un sopportabile brontolone, ma forse questo è meglio chiedetelo alla moglie, che sta leggendo questa presentazione.

 

Susanna Guzzi, insegnante di ginnastica posturale con la passione per il linguaggio del corpo.

La danza e la musica sono inscindibili da me; la pittura, la lettura e i viaggi completano il mio essere sempre in movimento ed alla ricerca instancabile di qualcosa che mi possa sempre farmi sentire viva. Ho sempre cercato di arricchire il mio linguaggio con vocaboli nuovi e di migliorare il mio modo di esprimermi… sob!Non ci sono mai riuscita… ho iniziato a camminare a nove mesi e chiudevo gli occhi  solo con la musica. Mia mamma aveva inventato la prima carrozzina musicale; mi metteva sempre una radiolina sotto al cuscino per farmi addormentare! Partita persa, allora… allora  si continua a leggere perché il LIBRO è il mio mantra… è comunque la danza dei miei neuroni che non dovranno mai smettere di evolversi se non con le parole con il canto ed il movimento.

 

Giulia Porzionato. Imparo ad amare le parole e la lettura sin da piccolissima. Inizialmente sogno di diventare scrittrice, poi giornalista. Ora mi limito a un più umile – forse – copywriter, anche se giornalista lo sono diventata davvero. Sono un’spirante gattara ancora senza gatti, bevo quantità indecenti di tè verde e infliggo al mondo le mie opinioni sui libri che leggo grazie al mio blog. Amo la fotografia e tutto quello che riguarda Londra. Scrittore preferito ancora non identificato.

 

Clizia Mangano quasi 30 anni, sono una blogger Coffeandvelluto e mi diletto – oltre che divertirmi – a scrivere romanzi.

 

Ilaria Urzini. Ho 41 anni e sono avvocato penalista. Sono nata a Napoli ma vivo a Milano dal 2001 dopo la laurea.
Le mie passioni, oltre la lettura, sono il tango, il cinema, il teatro, la cucina.

 

Mattia Nesto. Sono un giornalista che ama i concerti rumorosi, i film noiosi e i cibi spazzatura. Mi piace moltissimo leggere e quando ho tempo mi ricordo di dormire

 

Barbara Ferrario. Editor, giramondo e appassionata di arte contemporanea.

 

Valeria Martalò. Mi chiamo Valeria Martalò, sono nata il 9 agosto a Bari, un mercoledì. Ho sempre amato leggere, e ora sono approdata a Milano per frequentare il Master in Editoria della Fondazione Mondadori. Mi piacciono la musica, la natura, gli animali, la gente simpatica, i bei film. Questo è il mio primo speed book date! 

 

Valerio Talevi,  ha frequentato il Master in editoria alla Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.

La loro amica Vale ha presentato il libro di poesie “Milk and honey” di Rupi Kaur.