Le dieci cose da vedere a Milano. Parola di insider!

Le dieci cose da vedere a Milano. Parola di insider!

Questo post partecipa al Progetto Insiders. Pillole di TravelBlogging lanciato da Silvia Ceriegi del blog di viaggi Trippando. Ho scelto di raccontare Milano perché è la mia città di adozione da 15 anni e le sono affezionata di cuore. Sfatiamo un mito: Milano non è solo grigia. Milano è grigia-azzurro, come i completi giacca, camicia, pantalone degli uomini che vanno al lavoro. Milano è arancione e gialla e viola e rosa nei suoi tramonti – casi in cui lo smog mostra la sua parte migliore.  Conosciuta soprattutto per la moda, l’industria e le manie del milanese-tipo, Milano offre in realtà tutte le bellezze di una città d’arte,  e la sua ricchezza culturale è talmente vasta che mi è stato difficile selezionare 10 cose imperdibili. Questi 10 punti non sono esaustivi ma sono sicuramente imperdibili!

1- Il Duomo. Simbolo di Milano, con le sue guglie e forme architettoniche tardo-gotiche, è famoso anche perchè Napoleone Bonaparte vi fu incoronato re d’Italia nel 1805.Molto suggestiva è la visita alle terrazze, – anche se l’ultima volta che sono stata ho trovato un po’ di incuria – che permette nei giorni di sole e cielo terso di ammirare un panorama unico che spazia su tutto l’arco alpino. Una visione alternativa della piazza del Duomo si ha dalla Terrazza del Museo del 900.

La fila di fronte a Palazzo Reale vista dalla terrazza del Duomo. Foto scaricata dal mio profilo instagram http://instagram.com/ale9ssandra/
Le guglie viste dalla terrazza del Duomo. Foto scaricata dal mio profilo instagram http://instagram.com/ale9ssandra/
Le guglie viste dalla terrazza del Duomo. Foto scaricata dal mio profilo instagram http://instagram.com/ale9ssandra/
Vista dalle Terrazze del Duomo. Foto scaricata dal mio profilo instagram http://instagram.com/ale9ssandra/
Vista dalle Terrazze del Duomo. Foto scaricata dal mio profilo instagram http://instagram.com/ale9ssandra/
Il Duomo. Foto scaricata dal mio profilo instagram http://instagram.com/ale9ssandra/
Il Duomo. Foto scaricata dal mio profilo instagram http://instagram.com/ale9ssandra/

2.       Santa Maria presso San Satiro (via Torino n° 17-19) e l’illusionismo prospettico. Donato Bramante viene coinvolto nel progetto di ricostruzione della piccola chiesa a croce greca fondata nel IX secolo dall’arcivescovo Ansperto. Si poneva però un serio problema urbanistico: infatti già nel Quattrocento le viuzze intorno a S.Satiro erano il cuore delle attività commerciali e artigianali di Milano. In questa zona erano collocate le numerose botteghe degli artigiani del metallo, armaioli e orefici. Gli edifici erano così stretti da limitare pesantemente lo spazio per la costruzione della chiesa. Demolendo le abitazioni addossate ai lati si riuscì a ricavare una superficie sufficiente per realizzare una piccola chiesa a T; mancava però lo spazio per costruire l’abside, e qui intervenne il genio del Bramante, che creò uno spazio “virtuale” che raddoppia il transetto rispetto al suo asse. Fulcro architettonico e visivo di questo perfetto illusionismo prospettico è un finto presbiterio a tre campate, realizzato grazie a un bassorilievo in terracotta dipinta che visto dalla navata principale allarga lo spazio con un effetto scenografico straordinario. (Testo preso da questo ottimo sito di visite guidate qui)

San Satiro 2

San Satiro 0
3.      Arrivate – a piedi! – alle Colonne di San Lorenzo, fermatevi in Piazza Vetra a vedere i  murales che ripercorrono la storia di Milano – girate dietro alla Basilica di San Lorenzo e ammirate questa splendida chiesa da giardini.

dettaglio delle colonne di San Lorenzo
dettaglio delle colonne di San Lorenzo
dettagli dei murales in piazza vetra che ripercorrono la storia di Milano - foto di @masslupster
dettagli dei murales in piazza vetra che ripercorrono la storia di Milano – foto di @masslupster
unnamed (2)
dettagli dei murales in piazza vetra che ripercorrono la storia di Milano – foto di @masslupster
unnamed (3)
dettagli dei murales in piazza vetra che ripercorrono la storia di Milano – foto di @masslupster
Basilica di San Lorenzo vista dai giardini
Basilica di San Lorenzo vista dai giardini

4.     Andate sul  Naviglio Grande al tramonto. Lasciate perdere l’aperitivo che ormai ha stancato, arrivate davanti al Vicolo dei Lavandai e scegliete di cenare in uno dei ristoranti  – con cucina tipica milanese – affacciati al naviglio.

Milano, dicembre, Navigli. Foto da instagram/ale9ssandra
Milano, dicembre, Navigli. Foto da instagram/ale9ssandra
Vicolo dei Lavandai, Navigli
Vicolo dei Lavandai, Navigli

5.       il quartiere Brera con la sua splendida Pinacoteca.  Quando Milano divenne capitale del Regno d’Italia (1805), confluirono nella Pinacoteca i più importanti dipinti requisiti dalla chiese delle regioni conquistate dagli eserciti napoleonici : potete ammirare molte opere di Bramante, Cristo morto di  Mantegna, opere di Caravaggio e così via fino a Modigliani,  Il bacio di Francesco Hayez. etc . Passeggiando per Brera non perdetevi Santa Maria del Carmine, chiesa  in mattoni rossi e, già che siete lì, entrate nell’Accademia delle Belle Arti di Brera e fate un giro alla biblioteca nazionale Braidense.

10375799_947706728588938_546793711_n

Biblioteca della Pinacoteca di Brera Foto http://instagram.com/ale9ssandra/
Biblioteca della Pinacoteca di Brera
Foto http://instagram.com/ale9ssandra/

6.    Andate ad ammirare  l’ Ultima Cena di Leonardo Ricordate che è obbligatorio prenotare la visita in anticipo!  Visto che siete già lì entrate nell’adiacente chiesa di Santa Maria delle Grazie – progettata da Donato Bramante su commissione di Ludovico il Moro – e ammirate i soffitti.

leonardo-da-vinci-ultima-cena

santa_maria_delle_grazie
santa_maria_delle_grazie

7.       Castello Sforzesco  – Il Castello Sforzesco nasconde luoghi inediti da scoprire per esempio attraverso visite guidate come il tunnel militare che corre lungo il fossato, luogo di difesa e attacco
per eccellenza, che durante la Seconda Guerra Mondiali servì anche come rifugio per proteggersi dai bombardamenti del 1943. Attraversate il parco Sempione, arrivate fino a Corso Sempione passando per Arco della Pace voluto da Napoleone.

Castello Sforzesco, Milano

Parco Sempione e Arco della pace foto da instagram.com/ale9ssandra/
Parco Sempione e Arco della pace foto da instagram.com/ale9ssandra/
Milanesi al Parco sempione instagram.com/ale9ssandra/
Milanesi al Parco sempione instagram.com/ale9ssandra/

8.     Milano è una città che cambia.  Andate ad ammirare la vista dalla salita al Belvedere del 39° piano del nuovo Palazzo della Regione Lombardia  per vedere il nuovo skyline di Milano.

Palazzo della Regione Lombardia
Palazzo della Regione Lombardia

86658399

1388857_235693759968787_281204896_n
Palazzo della regione – interno notte http://instagram.com/ale9ssandra/

9.   Scoprite gli angoli nascosti. Scendete da quella metropolitana, da quel tram o da quella macchina! Camminate o affittate una bici con BikeMi.  Solo così potrete cogliere gli angoli nascosti di una città che – come una donna di altri tempi, non si mostra, ma si nasconde, custodendo gelosamente gli angoli più belli per coloro che hanno voglia di scoprirla.

Interno cortile - San Gottardo Foto da http://instagram.com/ale9ssandra/
Interno cortile – San Gottardo
Foto da http://instagram.com/ale9ssandra/
10246164_574598129305121_1957279045_n
Interno cortile – Bar Santeria
10326430_462989387179934_1498042389_n
dettaglio su Palazzo – zona Sempione http://instagram.com/ale9ssandra/
palazzo vicino al parco della Martesana - http://instagram.com/ale9ssandra/
palazzo vicino al parco della Martesana – http://instagram.com/ale9ssandra/
10632522_792032447528125_639900404_n
cortile interno – traversa di via Montenapoleone

10. Partecipate ad un evento,  fate qualcosa che non potete fare nella vostra città. Milano offre cose per tutti i gusti a pagamento o gratis.  Da una serata al teatro della Scala o un derby allo stadio di San Siro, un concerto  o un secret concerto o  una serata di musica dal vivo, uno spettacolo di teatro. Oppure andate a ballare – da elettronica al boogie woogie, trovate di tutto, oppure partecipate a una serata in festa sul tram. Portate i bambini ad una delle mille attività dedicate a loro, o partecipate al Dialogo nel buio, andate a teatro, andate alle terme in città, guardate le stelle al Planetario, cercate le meridiane sulle facciate dei palazzi in centro, partecipate al Carnevale ambrosiano o andate  a un Midnight Tea Party, partecipate a uno show cooking di cucina italiana o internazionale.Insomma usate Internet per capire quando e dove sono gli eventi e poi…divertitevi!

10865212_327345637456971_1196572554_n
Concerto di Natale alla Scala foto http://instagram.com/ale9ssandra
Derby Inter - Milan 2013 http://instagram.com/ale9ssandra/
Derby Inter – Milan 2013
http://instagram.com/ale9ssandra/

a63634a055a011e3988d0eae436b5234_8

Spero che il post vi sia piaciuto, se volete leggere altri post:

Nessun commento

  1. Come l’hai raccontata bene.. è un pò che non salgo..sono nato e vivo a Roma, ma quando ci vado.. Milano mi accoglie sempre con sorriso e mi regala il Duomo dipinto di rosa al tramonto! 🙂

    1. Author

      grazie! sono contenta che anche qualcun altro dica che Milano non è solo grigia! Mancano mote cose in questo post: il cimitero monumentale, l’hangar bicocca etc ma …non è detto che non ne scriva un altro prima o poi!

      1. Ma figurati Milano è una così bella città .. non si può ridurre il tutto al grigio! . parlare per luoghi comunI!! Visto che ti riesce bene continua a raccontarla. 😉
        Ciao

  2. Voglio fare un giro a Milano con te Ale 😊
    La conosco pochissimo e mi hai fatto venire voglia di rimediare!

      1. Perche’ voglio scriverle della mia citta’ del cuore, Londra 😉 (Ci vado a fine mese, quindi dopo)

  3. Oggi ho scritto anche io di un posto da non perdere a Milano, neanche a farlo apposta! E’ una città che adoro!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *